È lieve la tua voce... dalla raccolta poetica L’isola e la tua voce di Antonio Pelliccia

 


È lieve la tua voce nel mattino,

che mi ritorna in mente,

assieme al frullare dei passeri,

in questo tempo di perdute speranze,

che sono volate al cielo,

come uno struggente canto

d'illusioni e rimpianti.

Hai lo stesso suono,

che incantava i miei anni

con una musica amica,

compagna del mio cuore

e degli affanni,

che lo tormentano ancora.

Ma il tuo nome

era grido di gabbiani

al richiamo dell'anima,

che ansimava

sulla tua spiaggia.

Ora è solo il ricordo

d'un'antica stagione,

che svanisce nell'aria

sulle ali

d'una spenta consolazione

per la tua lontananza.

 

Antonio Pelliccia è nato a Casalnuovo di Napoli nel 1945, dove tuttora esercita la libera professione di pediatra. È stato impegnato per molti anni in attività politico-amministrative per la propria comunità.

 

Ha esordito nel 2012 con la raccolta poetica: “Piccolo Canzoniere”, nella collana “La quiete e l’inquietudine” di Rupe Mutevole Edizioni, Bedonia-Parma 2012 a cui sono seguite numerose altre sillogi.

 

Un breve elenco: “Nudo d’amore” Rupe Mutevole Edizioni 2012, “Tra il dare e l’avere” Nicola Calabria Editore, Patti (ME) 2013; “Nella mia sera” Edizioni Galassia Arte, Ardea (RM) 2013; “Voci d’incanto d’esilio e di rimpianto” Nulladie Edizioni Piazza Armerina (EN) 2014; “Il paesaggio dell’anima” Caosfera Edizioni Vicenza 2016; “Diario di Primavera” Nep Edizioni Roma 2017; “Con te comincia il giorno” Caosfera Edizioni Vicenza 2017 ed infine “Inquiete viandanze” Pedrazzi Editore Rieti 2020.

 

 

Per info:

https://www.tomarchioeditore.it/


Per l’acquisto del libro


https://www.tomarchioeditore.it/2020/09/26/lisola-e-la-tua-voce-antonio-pelliccia/ 


Commenti

Post popolari in questo blog

Alla mia amata nonna poesia di Rosario Tomarchio

Intervista di Alessia Mocci a Gianfranco Cambosu: vi presentiamo Il paese delle croci

Intervista di Alessia Mocci al poeta russo Arsen Mirzaev: vi presentiamo Chiedo asilo poetico